Posts tagged: PD

Elezioni Campania 2015 De Luca appoggia Caldoro….

Le ultime novità sugli “inciuci” del cosiddetto centrosinistra PD e centrodestra ex PDL che oramai politicamente ben poco rappresentano sia ideologicamente che moralmente parlando, entrambi se non per il numero di elettori fuorviati dalle loro apparizioni sui media e dal potere che possiedono e che non mancano di evidenziare…… . In Campania Caldoro ripropone il bis di ben 5 anni di Governo regionale che hanno reso irriconoscibile sia Napoli che la regione intera, pertanto un bis del nulla di fatto nella concretezza, in questi anni di Governo Caldoro sarebbe da evitare, le uniche positività se così si possono chiamare sono state quelle che non hanno procurato danni alla Regione cioè zero, niente di positivo tra lui e De Magistris, il detto vedi Napoli e poi muori sembra purtroppo sempre più attuale…… . De Luca invece non vuol vincere, si propone a poca distanza dalla presentazione delle Liste elettorali con qualche battutina ma nulla che evidenzi ne la voglia ne la forza di un competitor che realmente ambisce alla poltrona Presidenziale della Campania, facile pensare che i precedenti colloqui tra i due abbiano prodotto un accordo di non belligeranza, infatti si leggono sul web dichiarazioni di Caldoro che rassicurano De Luca che i suoi problemi giudiziari non saranno usati in Campagna elettorale mentre De Luca procede con la raccolta firme con fatica, addirittura paventa un’alleanza con un Centrodestra per De Luca, cosa vorrà mai rappresentare un Centrodestra per De Luca, esponente PD di radice ben nota? Queste elezioni 2015 Campane hanno già il sapore di un piatto pre-confezionato ad hoc per i cittadini elettori che vengono spinti a credere all’incredibile, cioè al fatto che ancora esistano un centrodestra e un centrosinistra che si sfidano per promuovere le rispettive ideologie…. . Doveroso aprire gli occhi e rendersi conto che il PD ha distrutto l’ex PDL colpendolo al cuore in maniera cosi forte da perdere il proprio senso ideologico e politico, un tempo i grandi elettori di sinistra si univano contro temi quali il fascismo contro una politica opposta a quella di sinistra, oggi non c’è più il fascismo contro cui lottare non c’è più un Berlusconi da combattere non c’è più un PDL contro cui unirsi è quindi non c’è più neanche una sinistra idealista, una sinistra degna di questo nome, sono numericamente inferiori alle grandi formazioni politiche di coloro che ancora possono dire di portare avanti sani valori politici, gruppi, Partiti e Movimenti che in competizione elettorale raccolgono voti marginali rispetto ai numeri necessari per poter vincere e Governare in autonomia. I grandi voti sono oggi di dominio del PD che ricordo oggi essere al Governo del Paese con Alfano, che è stato capace con Renzi di fare ed ancor peggio dopo tradire il famoso Patto del Nazareno o come lo definisco io “Inciucio” del Nazareno. Un PD che Governa quasi tutte le Regioni, Province e Comuni Italiani e che con tutta la territorialità Governata, l’unica cosa che è stato in grado di fare e di recuperare denaro imponendo tasse e pagamenti alle già martoriate fasce deboli e riempire il Paese di Clandestini ed immigrati etc… etc…. Mentre l’Ex PDL o per meglio dire i suoi Senatori e Deputati o ciò che politicamente resta di loro si lecca ancore le ferite inferte dal PD, quelli più scaltri per sopravvivere fanno accordi con il PD proponendo liste trasversali o altro de generis…….. . Tranquillo Popolo Campano Caldoro vincerà in ogni caso la competizione elettorale grazie anche al supporto di De Luca che poco farà per aggiudicarsi la Vittoria quindi votare l’uno o l’altro poco cambia in questo contesto. Cosa resta ai cittadini? Dare una sonora lezione ad ambedue andando a votare e scrivendo sulla scheda elettorale “Campania libera”, perché la libertà di scegliere chi o cosa votare ad oggi non ve l’hanno ancora tolta, la Democrazia si, privandovi di eleggere Province e Senato, modificando la Costituzione senza chiedere il parere al Popolo che un tempo fu “Sovrano”, ma il voto ancora non sono riusciti a togliervelo, pertanto esercitatelo secondo coscienza, la coscienza di quegli uomini pensanti, quelle menti che non vogliono l’oppressione e che non accettano di essere privati della loro dignità e che pretendono serietà dalla strapagata politica, che pretendono la vera Libertà di espressione di voto e di scegliere tra diverse e leali (verso i cittadini) rappresentanze politiche affinché, chi Governi rispetti le ormai innumerevoli volte disattese promesse elettorali. Noi del Partito Rinnovamento per l’Italia siamo nati da poco e con lealtà ci stiamo proponendo agli elettori, ci abbiamo provato in Sicilia a Termini Imerese contro una Lista cosiddetta trasversale PD ed ex PDL NCD compreso ( la chiamiamo la lista dell’asso piglia tutto) hanno vinto, erano tutti amichevolmente insieme centrodestra e centro sinistra, purtroppo non siamo riusciti a vincere ed il Comune continua nella sua inconcludenza così come già accaduto negli anni precedenti. In Campania abbiamo provato ad essere presenti con una nostra lista elettorale, se necessario avremmo anche candidato alla Presidenza della Regione la nostra Presidente Paola Graziella Vallelunga o il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino al fine di rendere liberi dalla schiavitù del bisogno in cui la cattiva politica tiene i cittadini dell’intera Regione, ma purtroppo non c’è la facciamo con la raccolta firme. Quindi cari amici, la nostra indicazione alle prossime elezioni Campane è di andare a votare scrivendo in grande ed in maniera leggibile sulla scheda elettorale CAMPANIA LIBERA!
Rinnovamento per l’Italia
Ufficio Stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv
www.rinnovamentoperlitalia.it
www.rinnovamentoperlitalia.eu

Centrodestra per l’Italia unico Centrodestra unito si presenterà autonomamente in Campania ed in Veneto.

25 marzo 2015 – Francesco Maurizio Mulino (Segretario Nazionale) e Paola Graziella Vallelunga (Presidente) del Partito Politico RINNOVAMENTO PER L’ITALIA Promotore della neo-nata Coalizione CENTRODESTRA PER L’ITALIA Comunicano: “Ci presenteremo  con le nostre Liste elettorali sia in Veneto che in Campania con la nostra Coalizione autonoma CENTRODESTRA PER L’ITALIA  quale unico centrodestra unito, innovativo e credibile capace di portare un vento nuovo per un reale Rinnovamento sia in Veneto che in Campania”. Il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino, informa che al momento non sono stati ancora decisi chi saranno i Candidati alla Presidenza.
“Le nostre proposte sono concrete risposte ai problemi dei cittadini, le politiche devono tendere ad essere risolutive delle problematiche non con carattere di temporaneità con tempi di realizzazione scanditi. Questo non è più il tempo delle promesse, ma delle certezze”.
Ricordiamo che a livello nazionale siamo gli unici che promuovono il “Privilegio di cittadinanza agli italiani” perché, il forte ingresso in questo decennio di clandestini in Italia ha configurato una situazione anomala nel Paese, gli italiani quasi come ospiti nella loro Patria, ciò in particolare è maggiormente palpabile nel mondo del lavoro e nei rapporti tra cittadino e Pubblica Amministrazione, quest’ultima forse per non essere accusata di razzismo o di favoritismo ha di fatto creato una situazione rovesciata, l’italiano che si rivolge alla P.A. si ritrova in secondo piano rispetto al cittadino ospite (sia questo regolare in Italia che Clandestino). Un sistema che fomenta una diversa tipologia di razzismo e di discriminazione che sta acerberando giorno dopo giorno sempre di più la convivenza tra italiani e stranieri nel nostro Paese.Il Partito Rinnovamento per l’Italia promotore del Centrodestra unito crede nella necessità politica di riequilibrare la convivenza in Italia tra Cittadini italiani e stranieri attraverso l’introduzione di una legge che sancisca quelli che noi definiamo sacrosanti diritti di appartenenza, diritti di Patria e conferisca ai Cittadini italiani il Privilegio di Cittadinanza particolarmente nei rapporti con gli uffici della Pubblica amministrazione in tutte le sue realtà. Sia la Presidente Paola Graziella Vallelunga che il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino concordano nel definire il PRIVILEGIO DI CITTADINANZA per gli italiani una bilancia indispensabile sia a smorzare le tensioni createsi dall’ingresso in Italia di clandestini che quale mezzo di prevenzione che concorre a ridare la dignità sottratta agli italiani dal sistema in uso. D’altronde tutte le maggiori istituzioni promuovono teoricamente il valor di Patria chiaramente sconosciuto se si parla di Italia ai clandestini.
Centrodestra per l’Italia
Ufficio Stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv
www.centrodestraunito.it

l’Esecutivo Nazionale di Rinnovamento per l’Italia risponde alla Signora Muriella del Canile Comunale di Termini Imerese

20 Marzo 2015 – A seguito dei commenti posti dalla Signora Muriella sulla pagina FB della Presedente del Partito Rinnovamento per l’italia ci sentiamo autorizzati al fine di chiarire alcuni punti a diffondere questo comunicato stampa per chiarire fatti facilmente travisabili dalle affermazioni erronee della signora.

Precisiamo anche che siamo a menzionarla in quanto lei ha postato un pubblico commento sulla pagina Fb della Nostra Presidente e per la Posizione pubblica della Nostra Presidente e per quella anch’essa pubblica da quanto si apprende dai servizi giornalistici on line della Signora Muriella responsabile dell’erogazione in concessione Comunale di un servizio chiamato Canile Comunale, per cui presumiamo pubblico. Essendo inoltre Lei diffusa su varie testate on line interfaccia del canile di Termini Imerese dove è citata in varie vesti, comunichiamo quanto segue ( potrà comunque replicare inviando la sua replica al nostro indirizzo email ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv)

A seguito del suo commento precisiamo quindi che :

I vertici di Rinnovamento per l’Italia non hanno espresso nella vicenda dell’esondazione un giudizio sull’operato personale e o nei confronti dell’associazione che gestisce il canile se non semplici logiche considerazioni dovute agli accadimenti

Che Non abbiamo mai menzionato il nome della Signora Muriella in nessun nostro comunicato stampa

Che Le molte informazioni cui Ella ha proferito commento, derivano dal Giornalista stesso che ha redatto il Servizio del Caleidoscopio non certo da Rinnovamento per l’Italia

Considerato che la Signora Muriella è arrivata come una furia sulle pagine di facebook facendo domande/accuse alla Presidente Vallelunga che semmai andavano sottoposte al giornalista che ha fatto l’articolo ed alla Testata giornalistica  che lo ha Pubblicato, soprattutto quando la Signora chiede il perché il suo nome appaia in un articolo del Calendoscopio di cui la Presidente Vallelunga non è autrice ne l’autore ne proprietaria della Testata online

Considerato che la Signora Muriella ci accusa impropriamente e pubblicamente di atti e azioni da noi quindi non commesse affermando che noi avremmo fatto il suo nome in quell’articolo solo per farci della pubblicità politica, cosa davvero surreale, soprattutto perchè quell’articolo in questione ribadiamo, non è stato fatto da noi, pertanto se vi sono lamentele per imprecisioni o altro vanno inoltrate direttamente al Caleidoscopio che sicuramente sarà in grado di rispondere adeguatamente ad eventuali accuse,  non compete certo noi dare risposte circa l’operato di altri.

Non potendo ad ogni modo accettare che qualcuno, Signora Muriella compresa, infanghi il Partito attraverso dichiarazioni forvianti sulla Nostra Presidente Vallelunga ed a nostro avviso ipotizzabili quali calunniose chiediamo alla Signora Muriella in via bonaria di scusarsi pubblicamente diffidandola altresi dall’accusare, caluniare o ledere l’immagine del Partito Rinnovamento per l’Italia con false affermazioni, qualora cio non accadesse saremo obbligati ad adire vie legali nei suoi confronti, affidando alla nostra Commissione nazionale di Giustizia le azioni ritenute del caso.

Inoltre considerando che l’articolo in questione come su descritto, non è stato fatto da noi ed è evidente che la Signora Muriella (o chi per Lei) non si siano presi neanche la briga di accertarsi prima di affermare ciò che non corrisponde al vero,  magari attraverso una semplice telefonata alla Redazione del Giornale online, ipotiziamo che le sue affermazioni possano essere riconducibili, anche ad una sconsiderata e maldestra volontà di politicizzare e strumentalizzare la cosa ai nostri danni, forse in favore di una corrente politica a noi contrapposta.

Per quanto concerne gli animali, il nostro non è stato altro che un pensiero verso gli animali non solo del Canile ma anche dei residenti e vista la mole d’acqua che si è riversata possiamo affermare che le nostre preoccupazioni sono state lecite e giustificate.

Inoltre informiamo chi non è ancora a conoscenza del fatto che Rinnovamento per l’Italia è l’unico Partito che ha nel proprio Programma nazionale quale Punto programmatico la Trasformazione del Ministero dell’Ambiente e Della Tutela del Territorio e del Mare in Ministero Dell’Ambiente e Tutela del Territorio, Del Mare e Della specie Animale, unica vera politica che permetterebbe un’adeguata Programmazione nazionale per la specie animale, ciò chiarisce che la nostra vicinanza al mondo animale che non è di oggi ma di molto tempo addietro (Programma Politico di Rinnovamento per l’Italia pubblicato da mesi da AgenParl al seguente Link: http://www.agenparl.com/governo-rinnovamento-per-litalia-carta-delle-dignita-i-punti-per-il-rinnovo-del-paese/ oppure visibile su www.cartadelledignita.it.

Ci siamo sempre impegnati su tanti fronti dal Sociale alla Sanità Pubblica, dai cittadini agli animali e continueremo a farlo, vigilando come è stato fatto fino ad oggi anche approfondendo le tematiche riguardanti i Canili e le condizioni degli animali a 360°, perché secondo noi i Canili dovrebbero diventare solo dei punti di prima accoglienza poi i Cani dovrebbero entro tre giorni essere spostati a futuri Parchi Provinciali ben attrezzati e Strutturati sia sotto il Profilo dell’accoglienza ai Cani che quello Sanitario. 

Partito Politico Rinnovamento Per l’Italia

Esecutivo Nazionale

ufficio stampa

ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv

www.rinnovamentoperlitalia.it – www.rinnovamentoperlitalia.eu – www.rinnovamentoperlitalia.tv

www.centrodestraunito.it – www.centrodestraperlitalia.it

Rinnovamento per l’Italia Pericle Santoro nominato Coordinatore Provinciale di Bologna

Continua rapidamente la crescita famiglia Rinnovamento per l’Italia. Un Caloroso Benvenuto a Pericle Santoro neo nominato dall’Esecutivo nazionale del Partito Rinnovamento per l’Italia Coordinatore Politico per la Provincia di Bologna.
La Presidente Paola Graziella Vallelunga si dice convinta che il nostro Pericle Santoro sia l’uomo giusto per rappresentare il Partito a Bologna e Provincia ed a livello nazionale. Inoltre le competenze di Pericle sulle energie alternative e su i combustibili come sulla bio agricoltura saranno tenute in grande considerazione dal Partito, infatti  non a caso l’Esecutivo ha deciso di assegnare a Pericle anche il Coordinamento nazionale del Dipartimento per le Politiche delle energia alternativa ed i Combustibili. Pericle ha il compito di occuparsi anche dello sviluppo nazionale del Dipartimento e di proporre una linea politica attinente al suo Dipartimento che possa divenire presto punto Programmatico nazionale.  Il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino fiducioso nell’operato del Coordinatore Provinciale di Bologna, dice di essere a conoscenza che Pericle Santoro si è già attivato per lo sviluppo territoriale e che presto avremo il quadro politico organizzativo di Bologna e Provincia.
Un Caloroso augurio di buon lavoro dall’Esecutivo nazionale e da tutto il Partito a Pericle Santoro.
Cogliamo l’occasione per augurare un buon proseguimento dell’attività politica a tutti i nostri Coordinatori, spiccano in questi giorni Rossano Madia per lo sviluppo del Gruppo Pugliese, Alex Bruni, Lombardia è Responsabile del nostro settore Tecnologico che con la sua nuova applicazione Domino sarà l’importante novità che ci supporterà alle prossime elezioni politiche, infine  a Salvatore Moncada Coordinatore Siciliano attivissimo, va il nostro in bocca al lupo per l’esondazione di Contrada Lignari Termini Imerese.
Il Partito è nel suo pieno sviluppo sul territorio nazionale, chiunque voglia seriamente attivarsi per il bene del proprio territorio o del Paese non esiti a contattarci al +39 347 6602204 oppure info@rinnovamentoperlitalia.tv

Nuovo Esposto di Rinnovamento per l’Italia alla Prefettura di Palermo, il Consigliere di Termini Imerese Vincenzo Taravella Presenta Interpellanza al Sindaco

Ecco il testo del nuovo Esposto Presentato il 09.02.2015 alla Prefettura di Palermo

PARTITO POLITICO RINNOVAMENTO PER L’ITALIA
Sede via Franziche, 8 Rivolta D’Adda 26027 (CR)
ESECUTIVO NAZIONALE
segretarionazionale@rinnovamentoperlitalia.tv
Esposto indirizzato alla Prefettura di Palermo in data odierna da Francesco Maurizio Mulino —————————————————————–   rappresentante legale con pieni poteri gestionali e di firma del Partito politico Rinnovamento per l’Italia.

Oggetto dell’Esposto: Contrada Piani Marini detta “Lignari”, Comune di Termini Imerese – Ponte pericolante, via di fuga e discarica abusiva pericolosa per l’ambiente – richiesta d’intervento Prefettizio.
Premessa:
A Termini imerese la situazione si aggrava il Ponte di piani Marini è stato completamente sommerso e devastato dalle acque, l’esondazione dell’invaso ha ridotto a brandelli l’unica via (Ponte) che collegava l’abitato di Contrada Piani Marini con il resto della Città. La Protezione Civile ha un’ennesima volta sfollato gli abitanti mettendoli in salvo oltre il Ponte sommerso, per fortuna gli abitanti avevano parenti su cui gravare che li hanno temporaneamente ospitati. Il Sindaco di Termini Imerese Salvatore Burrafato a cui i residenti hanno più volte chiesto una strada alternativa, una via di fuga percorribile, nonostante le nostri innumerevoli sollecitazioni non ha ancora risolto le gravi problematiche. Il Sindaco Burrafato a nostro personale parere non è all’altezza del suo ruolo istituzionale, poiché si limita a far portare in salvo i cittadini oltre il ponte, ma per il resto …..il nulla, nemmeno la decenza di far finta d’interessarsi, non si reca in loco a dare supporto ai residenti, non pianifica un vero sostegno d’emergenza per i residenti vittime per l’ennesima volta dell’esondazione, non una parola di conforto, non una parola di speranza detta ai cittadini circa la richiesta di una via alternativa di fuga o altro utile a restituire loro Salute, Sicurezza e Serenità. Il compito di un Sindaco non può ridursi al solo mettere in salvo le famiglie oltre il ponte, sarebbe come se lo Stato Italiano soccorresse i Clandestini e poi li abbandonasse al loro destino.
Dalle vostre precedenti missive al Sindaco di Termini Imerese e dalle telefonate intercorse con vostri funzionari Prefettizi ci è parso che il tono con il quale la Prefettura si è rivolta al Sindaco Salvatore Burrafato sia un tono forse troppo amichevole per risultare incisivo di fronte a simili gravi accadimenti, ed abbiamo il timore che il Sindaco non valuti con la dovuta attenzione le esortazioni provenienti dalla illustre Prefettura di Palermo. Auspichiamo che Lei Signor Prefetto voglia dare maggior carattere e forza alle future esortazioni avverso il Sindaco. Inoltre sospettiamo che le informazioni non vi giungano proprio correttamente da Termini Imerese e per tale motivo, Le chiediamo di inviare un suo incaricato a visionare di persona la reale situazione in loco.
Esposizione dei fatti:
Avendo ricevuto telefonate dai cittadini che erano coinvolti dalle varie esondazioni già avvenute a Termini Imerese Contrada Piani Marini detta anche Lignari, causa l’amara risposta data del Sindaco alla richiesta di sostegno di un membro delle famiglie (8 famiglie) sfollate Salvatore Moncada, che si è sentito dire, in risposta alla sua richiesta di aiuto dal Sindaco in un simile frangente “non sono un benefattore”, tra l’altro preciso che il Signor Moncada è anche il nostro Coordinatore politico cittadino, e dal fatto che la Protezione civile comunale aveva tratto in salvo solo alcune famiglie in un primo momento, allontanandosi dal luogo dell’esondazione, Francesco Maurizio Mulino era al telefono con il Salvatore Moncada e sentiva gridare il Signor Moncada a due persone di fermarsi di non tentare di attraversare il Ponte che la furia dell’acqua le avrebbe messe a serio pericolo di vita travolgendoli, ci siamo immediatamente attivati verso la Vostra Prefettura e la Presidenza della Repubblica, telefonicamente nell’intento di sollecitare il rapido ritorno della Protezione civile in loco. Successivamente, durante la seconda esondazione, nel giro di pochi giorni sia Francesco Maurizio Mulino che Graziella  Vallelunga vi hanno ricontattato quale Prefettura competente, preoccupati dalle telefonate nuovamente ricevute circa la nuova esondazione delle acque e la situazione che vivevano i cittadini che al momento erano ancora in attesa di sapere se qualcuno li avrebbe soccorsi oppure no (poi è arrivata la Protezione civile comunale mettendo in salvo i residenti).
A seguito di quanto in premessa e di quanto in esposto chiediamo a Lei Illustre Prefetto di Palermo, Visto che  la via alternativa chiesta dai residenti (mai attuata) è da intendersi a tutela della salute e della Sicurezza dei cittadini.
Visto che gli abitanti si trovano a rischio delle esondazione ed oggi impossibilitati ad  attraversare un Ponte reso ancor più pericoloso ed impraticabile dalla furia dell’acqua per recarsi alle proprie abitazioni;
Considerato che alla  precedente esondazione come in quest’ultima tra l’altro, la protezione civile ha tratto  in salvo i residenti appena 15 minuti prima che accadesse il peggio e che il Sindaco ha il dovere di legge di tutelare la salute e la Sicurezza dei cittadini, e che il Sindaco Burrafato nonostante sia stato già più volte sollecitato anche dalla Prefettura di Palermo a seguito di nostre precedenti comunicazioni ed esposti all’idonea messa in Sicurezza.
Considerato inoltre che i cittadini sono sottoposti a continue pressioni psicologiche e materiali dovute all’improvviso allontanamento obbligato dalle loro case oltre al grave pericolo derivante dall’attraversamento obbligato del Ponte e dal pericolo esondazione,  con tutte le problematiche derivanti dal trovarsi in tale condizioni con le proprie famiglie che rendono  indispensabile e necessario l’edificazione di una via alternativa o di fuga come si voglia chiamarla che il Sindaco avrebbe già dovuto provvedere a fare, attraverso cui i residenti possano raggiungere senza pericoli le loro abitazioni.
Considerato anche che  i residenti hanno animali domestici e che data la rapidità con cui sono stati sfollati non hanno potuto organizzarsi per le loro necessità così come è successo agli animali del Canile li ubicato che per due giorni i cani non sono stati curati e nutriti.
Considerato altresì che è nota l’esistenza di una discarica abusiva già posta sotto sequestro dalla GDF da noi sollecitata e contenente dell’eternit e materiale vario riposto da ignoti, di cui non si sa se il materiale eternit etc… li riportato sia ancora presente in loco oppure se è stato trascinato altrove dalle acque.
Si chiede
a Lei Illustre Prefetto che Voglia intimare al Sindaco Salvatore Burrafato di adoperarsi immediatamente per avviare i lavori per l’edificazione di una via di fuga alternativa al ponte; svolgere nell’immediato i lavori per la messa in sicurezza del Ponte e suo rifacimento ai fini della  percorribilità da ambulanze e dai residenti poiché come già detto è  l’unica via percorribile al momento per accedere alle abitazioni dei residenti e l’inesistenza di tale via alternativa di fuga colpisce psicologicamente in maniera devastante la serenità dei residenti che vivono costantemente in uno stato di allerta; di provvedere alla bonifica dell’area da eternit o altro materiale  nocivo. Qualora il Sindaco non provveda nell’immediatezza Illustre Prefetto, le chiediamo di avviare le procedure di Rimozione del Sindaco dal suo incarico istituzionale per inadempimento alla tutela della Salute e della Sicurezza dei Cittadini.
Si Chiede espressamente di essere edotti circa tutto ciò che è attinente ai precedenti ed al  presente  Esposto.
Rivolta D’Adda li 09/02/2015
Partito Politico Rinnovamento per l’Italia
Il Segretario Politico Nazionale Francesco Maurizio Mulino

Per conoscenza si allega testo dell’interpellanza presentata recentemente al Sindaco di Termini Imerese dal Consigliere Comunale Vincenzo Taravella.


Al Sig. Sindaco del comune di
Termini Imerese
e p.c. al Presidente del
Consiglio Comunale
OGGETTO: interrogazione inerente l’esondazione in c.da piani marini detta lignari.
CONSIDERATO che il ponticello che attraversa il fiume san leonardo, in corrispondenza del ponte sicilia, rappresenta l’unica via di fuga e di accesso per otto famiglie residenti in quella zona.
CONSIDERATO che da diversi anni viene portata all’attenzione del Sig. Sindaco la pericolosità e la precarietà in cui versa il suddetto ponte.
VISTO che ogni volta che le piogge aumentano di intensità il fiume san leonardo esonda, ricoprendo del tutto il ponte, il quale diventa impraticabile, ponendo in estremo pericolo i residenti che non possono né uscire né rientrare dalle/nelle loro abitazioni, ed in caso di una qualsiasi emergenza nemmeno un’ambulanza potrebbe raggiungere le loro dimore.
RITENUTO che ad oggi nessuna efficace soluzione è stata posta alla suddetta grave situazione, nonostante numerose sollecitazioni da parte dei cittadini e persino della prefettura.
Il suddetto consigliere comunale, INTERROGA il Sig. Sindaco, nella sua veste di ufficiale di governo e di autorità comunale di protezione civile, quali sono nell’immediato le soluzioni che Ella vuole mettere in atto per scongiurare e/o prevenire qualche tragedia più’ volte sfiorata.
Si chiede risposta scritta e trattazione urgente nel primo consiglio comunale utile.
Termini Imerese 03/03/2015
Il consigliere comunale
Vincenzo Taravella